Blog Osservatorio Wine

Giampaolo Paglia, di Poggio Argentiera, parla della sua esperienza online

Home Blog | 21 May 09 | Rubrica: case history

Abbiamo chiesto a Giampaolo Paglia, di Poggio Argentiera, di raccontarci la sua esperienza online.
Il motivo è semplice: condividere le "buone pratiche" è un ottimo metodo per imparare e crescere, per prendere confidenza con strumenti che non sono così lontani dal nostro "fare impresa" come, troppo spesso, crediamo.



 

 

La Cantina Poggio Argentiera ha una presenza online notevole: 
un blog in italiano curato da Giampaolo ed uno in inglese da Justine Keeling. Ha un e-commerce per poter acquistare online  il Morellino così come il suo SuperMaremma e ci si può iscrivere alla tasting list per assaggiare i vini che produce. I visitatori del sito possono scrivere leggere le recensioni di altri utenti o pubblicare la propria.


L'approccio di Poggio Argentiera con i contenuti generati dagli utenti (se in giro vedete la sigla UGC sappiate che altro non rappresenta questo "User Generated Content", "Contenuti Generati dagli Utenti") è molto libero: chiunque che abbia assaggiato uno dei vini della cantina può scrivere cosa ne pensa. Non ci sono filtri, né moderazione: si chiede solo un minimo di netiquette (ovverò, di civiltà e buone maniere).

 

Il lavoro di Osservatorio Wine, non si è esaurito l'8 maggio, anzi.

L'8 maggio era l'inizio: ora che ci conosciamo meglio sarà un piacere continuare a raccontarsi.

Per cui, se siete una cantina e avete voglia di mettervi in gioco e partecipare al tavolo di discussione: questo è il posto giusto!

Tags cantine 2.0

Commenti

1. gianpaolo 06-06-09 23:06

Attendo con interesse i risultati dell'incontro, peccato non esserci. Ciao Gianpaolo

Lascia il tuo commento